Calcio Napoli, le dichiarazioni infuocate di Sarri e De Laurentiis

Calcio Napoli, le dichiarazioni infuocate di Sarri e De Laurentiis

Dopo la partita con il Real Madrid dichiarazioni infuocate di Sarri e De Laurentiis, rispettivamente allenatore e presidente della Società Calcio Napoli. I due hanno avuto un botta e risposta molto duro con il Presidente De laurentis (non è la prima volta) che ai microfoni di Mediaset Premium ha accusato Sarri di non far giocare i calciatori acquistati. Parole che rinfoltiscono le voci su un possibile addio a fine stagione. 

LE PAROLE DI DE LAURENTIS. Quando si è una squadra giovane bisognerebbe mettere da parte la presunzione. E’ mancata “a cazzimma”. La nostra inadeguatezza gli ha permesso di sfiorare un 5-0. Si può discutere su chi doveva giocare e chi no ma queste sono decisioni che lasciamo all’allenatore, altrimenti potrebbe entrare anche lui in confusione. Non entro nel merito delle scelte, non mi permetto di dare consigli o suggerimenti. Posso non condividere le scelte ma le tengo per me. Forse si pretende troppo da chi era stato scelto per svolgere un ruolo diverso. Si devono cercare delle alternative non alla vigilia della Champions ma prima, si vuole troppo evitare la sperimentazione che invece è utile per capire le proprie forze. A me non interessa vincere sempre in campionato, qualche sconfitta in più mi permetterebbe di capire come vanno gli acquisti.

LA RISPOSTA DI SARRI. “A Castelvolturno ci sono io e decido io. Ho sperimentato tutto quello che c’era da sperimentare. Preferivo se certe cose me le avesse dette a me”Le decisioni del campo sono solo mie. Non sono d’accordo su nulla: la squadra per me si è espressa su buoni livelli. Stasera si è fatto giocare Milik e poteva giocare 10-15 minuti, non può darci spezzoni molto più lunghi, ma per un piccolo spezzone ha qualità e può darci qualcosa. Non è ancora prontissimo. Abbiamo affrontato la squadra fino a prova contraria più forte al mondo. Dispiace perché abbiamo sbagliato tanto, di solito sbagliamo meno. Al ritorno imposteremo la partita per vincere 2-0 – conclude Sarri -, bisogna vedere se loro sono d’accordo, in partita esprimi anche quello che ti concede l’avversario. Ci giocheremo le nostre chance, ma cercheremo di sbagliare meno e crearci le nostre opportunità. Se ho visto faccia tosta che avevo chiesto? Se si sbaglia così tanto è difficile fare quello che si deve fare”.