Bombe della camorra a Parete, gruppo alla sbarra: due sono di Marano e Villaricca

Bombe della camorra a Parete, gruppo alla sbarra: due sono di Marano e Villaricca

Imprenditore di Parete denunciò il pizzo, parte il processo. Alla sbarra ci sono 4 uomini ritenuti emissari dei clan dei Casalesi – fazione Bidognetti: i due paretani Luigi Cilindro, 47 anni, e Domenico Gargiulo, di 44 anni, e Gianni junior Buonocore, 23 anni, di Marano di Napoli, e Ernesto De Felice, 53 anni, di Villaricca. La vittima si rifiutò di pagare e, nonostante la bomba, ha avuto il coraggio di denunciare gli estorsori.

Gli imputati sosterranno il rito abbreviato ed il Comune di Parete, come riporta Il Mattino, si costituirà parte civile insieme alla vittima. “Devi fare un regalo per i carcerati” gli hanno intimato i quattro, per poi essere via via più espliciti. “Bidognetti ti vuole parlare” hanno detto, senza specificare quale membro della famiglia guidata dal capoclan Francesco detto Cicciotto ‘e Mezzanotte, detenuto al 41bis da oltre 20 anni, provenisse l’invito. L’imprenditore andò però dai carabinieri. Intanto il clan piazzò un ordigno danneggiando l’azienda. Poi il gruppo è stato incastrato. “Vi do 500 euro” ha detto agli estorsori. “Ehh, ci compriamo la droga con 500 euro” hanno risposto rifiutando l’offerta. Probabilmente sarebbero anche ritornati, ma è poi scattato l’arresto da parte dei carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa.