Blitz in un appartamento, presi 2 ricercati. Carabinieri aggrediti per evitare l’arresto

Blitz in un appartamento, presi 2 ricercati. Carabinieri aggrediti per evitare l’arresto

Aversa. I Carabinieri della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Aversa, nel corso della mattinata odierna, all’esito di un mirato servizio finalizzato alla cattura di soggetti colpiti da provvedimenti restrittivi, hanno tratto in arresto VOIRA Aniello, cl. 89, di Caivano e D’ALESIO Angelo, cl. 79 di Melfi (PZ).

Nei confronti del catturando VOIRA Aniello, tra l’altro gravato da precedenti di polizia per rapina, furto e stupefacenti, i militari dell’Arma hanno dato esecuzione all’ ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte d’Appello di Torino, quale misura di aggravamento a seguito di evasione dagli arresti domiciliari e documentata irreperibilità a partire dal 19 agosto u.s..

Nei riguardi del D’ALESIO Angelo, invece, anch’egli gravato da precedenti di polizia per rapina, furto, ricettazione, estorsione e detenzione abusiva di armi, i carabinieri hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Roma, dovendo espiare mesi 9 e giorni 27 di reclusione a seguito di sentenza definitiva di condanna per furto in abitazione.

I due soggetti sono stati bloccati all’interno di un’abitazione, sita in Gricignano di Aversa, presso la quale avevano stabilito la propria temporanea dimora nel tentativo di sottrarsi all’esecuzione dei provvedimenti a loro carico. All’atto dell’irruzione dei carabinieri, il VOIRA, al fine di sfuggire alla cattura, ha spintonando i militari sferrando, contro di loro, calci e pugni prima di venire definitivamente bloccato.

Deferito, invece, in stato di libertà il proprietario dell’appartamento, un 24enne di posto, che ha favorito ed agevolato i due arrestati nel sottrarsi ai citati provvedimenti. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).

foto: archivio 

Facebook