Blitz in casa di “Loko” dopo lite con la moglie, la polizia trova di tutto

Blitz in casa di “Loko” dopo lite con la moglie, la polizia trova di tutto

Napoli. Da una segnalazione per lite in atto tra coniugi, nel pomeriggio di ieri, gli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G. hanno portato a termine una brillante operazione, conclusasi con l’arresto di un Sorvegliato Speciale della P.S.

Ivan Florio, pregiudicato, tra qualche giorno 37enne, sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, nonché sottoposto anche al provvedimento di divieto di avvicinamento in luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive, è stato arrestato dalla Polizia di Stato perché responsabile dei reati di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente.

L’uomo, inoltre, è stato denunciato, in stato di libertà, per i reati di furto aggravato,  per non aver ottemperato all’invito dell’A.G. presso gli uffici della Polizia di Stato, nonché per inosservanza agli obblighi della misura alla quale era sottoposto.

I poliziotti, intervenuti nell’abitazione del 37enne, hanno notato da subito che, effettivamente, vi era stata una violenta discussione  in quanto, diverse suppellettili erano state scaraventate a terra ed alcuni oggetti erano sparsi un po’ ovunque.

Altra cosa che subito saltava agli occhi degli agenti, erano le immagini trasmesse sul televisore ubicato in cucina che, oltre a riprendere l’entrata del condominio, inquadravano piazza S. Erasmo.

Il contatore per l’energia elettrica era stato manomesso, tanto è vero che l’uomo, per energizzare l’abitazione con la corrente elettrica, aveva creato un allaccio abusivo, constatato anche dal personale tecnico dell’Enel fatto giungere sul posto.

L’uomo, infatti, aveva installato un sistema di videosorveglianza che, attraverso una telecamera collocata sotto l’antenna parabolica, posta sul davanzale della finestra della camera da letto, aveva modo di osservare l’eventuale arrivo delle forze di Polizia.

Tale escamotage era finalizzato al fatto che, presso la sua abitazione, spacciava sostanza stupefacente. I poliziotti hanno rinvenuto, infatti, 28 involucri già confezionati di hashish, abilmente nascosti sotto la zoccolatura dei mobili in cucina, nonché un coltello, lungo 35 centimetri, con lama annerita, nascosto sotto il divano.

Nel prosieguo della perquisizione, all’interno della cameretta dei bambini, celata tra gli addobbi natalizi, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola a salve in lega pesante, priva del tappo rosso e della piombatura, di marca Bruni, modello New Police 8mm, completa di caricatore oltre ad una pochette, contenente un bilancino di precisione e delle lame di taglierino.

Inevitabile l’arresto di Florio, più volte contravventore degli obblighi della misura alla quale è sottoposto, conosciuto negli ambienti della criminalità locale con il soprannome di “Loko”, che è stato condotto dai poliziotti alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Facebook