Blitz durante la partita, carabinieri arrestano latitante dei D’Alterio-Pianese

Blitz durante la partita, carabinieri arrestano latitante dei D’Alterio-Pianese

L’hanno catturato mentre guardava la partita della nazionale insieme ad altre persone. I carabinieri della Compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise, hanno arrestato Nicola Perillo del ’76. L’uomo era ricercato dal maggio scorso e deve scontare un condanna della Corte d’Appello per associazione a delinquere di stampo mafioso a 9 anni e 8 mesi. E’ stato preso a Villaricca, in via Bologna, a casa di una donna (denunciata per favoreggiamento).

Secondo gli inquirenti Perillo è l’attuale reggente del clan D’Alterio-Pianese di Qualiano ed avrebbe preso parte alla faida partita nel 2006, quando fu trucidato Nicola Pianese detto ‘o mussuto. Il pregiudicato preso oggi fu coinvolto nell’inchiesta per l’omicidio di Stefano Falco, avvenuto in località Pozzo Nuovo il 23 marzo del 2009. A quanto pare avrebbe assunto il comando del gruppo dopo aver fatto parte dell’ala scissionista dei De Rosa. L’uomo dopo le formalità di rito in Caserma è stato condotto in carcere per scontare la condanna al 416 bis. Da valutare la posizione delle persone che si trovavano con lui al momento del blitz. Guardavano tutti insieme il match Italia-Svezia.