Banca Popolare Vesuviana in crescita: primo semestre con utile netto da 773mila euro

Banca Popolare Vesuviana in crescita: primo semestre con utile netto da 773mila euro

Napoli. La nostra Banca, nonostante il perdurare degli effetti negativi della crisi, ha continuato ad operare sul Territorio secondo una strategia di crescita, impiegando la raccolta a sostegno delle aziende e delle famiglie confermandosi un importante riferimento per i nostri operatori economici.

L’attenzione è, infatti, rivolta soprattutto al segmento “retail”, con particolare riguardo alle famiglie e alle piccole e medie imprese, che costituiscono la ricchezza economica della nostra Regione.

Quest’anno è stato caratterizzato da un’attività interna dedicata alla creazioni di nuovi prodotti, finalizzati a soddisfare al meglio le esigenze della nostra clientela (depositanti, professionisti, piccole imprese), ed alla stipula di importanti convenzioni con partner finanziari di elevato standing in grado di consentirci di ampliare la gamma di prodotti terzi e di servizi (factoring con Banca IFIR SpA, Leasing con S.G.Leasing SpA, noleggio a lungo termine con primaria Compagnia, Cessione del V° con ItalCredi SpA, finanziamenti per impianti sportivi con l’Istituto di Credito Sportivo di Roma,ecc.).

Ma anche un’attività esterna volta a sviluppare e acquisire piccole e media aziende, in particolare società che, per la loro ridotta dimensione, hanno l’ esigenza di un rapporto diretto con la Banca, un interlocutore che ne sappia interpretare le esigenze e fornire risposte rapide. L’attenzione richiesta può essere maggiormente soddisfatta con chi , della relazione e velocità nelle decisioni, ne fa un punto di forza.

La Banca ha i requisiti per continuare a crescere, esprime la sua solidità patrimoniale rispettando tutti i parametri patrimoniali, previsti dal processo di valutazione prudenziale, comunicati dalla Banca d’Italia.

Tutti i requisiti patrimoniali, Cet1 19,04%, TIER 19.04%, Total Capital Ratio 19.04%, superano ampiamente i coefficienti minimi richiesti (rispettivamente 9,40%, 12,60%, 16,90%).

Dal secondo semestre ci attendiamo l’ulteriore progressiva crescita dei volumi e della base clientela, già manifestatasi in questo primo semestre con numeri interessanti, e l’espansione commerciale su nuove aree, in particolare Napoli e provincia, con la “mission” di una maggiore diversificazione settoriale e territoriale.

Dott. Enrico Pisano

Direttore Generale della Banca Popolare Vesuviana