Bambina violentata ed uccisa, Alfano: “Chi sa parli”

Bambina violentata ed uccisa, Alfano: “Chi sa parli”

Caivano. Un muro di omertà. E’ quello contro cui si sono scontrati gli investigatori, coordinati dalla Procura di Napoli Nord, che sono riusciti comunque ad individuare il presunto responsabile ed a scoprire quello che avveniva nel palazzo degli orrori (LEGGI). Chi sa parli: lo dice – come riporta l’agenzia Ansa – il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a Napoli, riferendosi all’inchiesta sulla morte della piccola Fortuna Loffredo, al Parco Verde di Caivano.

“Noi abbiamo bisogno di parole da parte di chi sapeva e non ha voluto dirle queste parole precedentemente – ha detto Alfano rispondendo alle domande dei giornalisti – perché questo silenzio è pesato in termini di ferocia quanto quel terribile gesto che ha visto coinvolta Fortuna”. “Noi daremo il supporto delle forze dell’ordine all’inchiesta – ha aggiunto Alfano – e tutto ciò che ci sarà chiesto in termini di forze dell’ordine lo offriremo per riuscire ad accelerare i tempi di questa inchiesta”.