Bacoli, incidente mortale in moto. Ecco come è morto Alfonso Trinchillo

Bacoli, incidente mortale in moto. Ecco come è morto Alfonso Trinchillo

Incidente mortale domenica sera a Cuma, frazione di Bacoli. In seguito ad uno scontro frontale tra uno scooter e un’auto, una Fiat Panda, ha perso la vita un uomo di 48 anni, Alfonso Trinchillo, nato a Calvizzano ma residente a Villaricca, noto imprenditore nonché fratello di Giuseppe Trinchillo, titolare di Trincar.

Stando ad una prima ricostruzione l’uomo è volato a diversi metri di distanza in seguito all’impatto. La vittima, nota in tutto l’hinterland giuglianese per il suo lavoro, era infatti titolare di una concessionaria di ricambi per moto, si recava spesso a Bacoli per incontrare acquirenti di piccoli scafi, altra sua passione diventata ormai un lavoro.

Le cause dell’incidente sono ancora ignote ma, da quanto emerso dai primi accertamenti, l’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo andandosi a schiantare contro l’autovettura, guidata da un 19enne del posto. Sono subito giunte sul luogo le forze dell’ordine per i primi rilievi e i soccorsi, che non hanno potuto far altro che costatarne la morte, mentre il ragazzo al volante della Panda è stato trasportato all’ospedale di Pozzuoli. Sul corpo di Trinchillo è stata disposta l’autopsia.