Bacoli, paura per una famiglia di Giugliano: disabile prende bimbo e tenta di lanciarlo nel lago

Bacoli, paura per una famiglia di Giugliano: disabile prende bimbo e tenta di lanciarlo nel lago

Disavventura ieri mattina per il figlio di un noto medico di Giugliano impiegato all’ospedale San Giuliano. A Bacoli, un ragazzino con ritardo mentale, di circa 15-16 anni, ha afferrato il bambino, di 4 anni, e ha cercato di lanciarlo nel lago di Miseno.

L’episodio si è consumato sotto gli occhi increduli del fratellino di due anni, della mamma e del nonno. Tutti erano andati in gita al lago quando il ragazzo, di grossa corporatura, si è avvicinato alle spalle dei tre. Poco dopo ha preso il piccolo, lo ha sollevato in aria e ha provato a gettarlo nelle acque dello specchio lacustre. A evitare il peggio l’intervento provvidenziale del nonno.

“Tengo a denunciare questo episodio – ha dichiarato il medico giuglianese alla nostra redazione – per evitare che si possa ripetere un episodio simile con conseguenze ben più gravi. Non oso immaginare cosa sarebbe successo se mio figlio si fosse trovato in acqua. Persone con disabilità mentali devono essere costantemente tenute sotto controllo e sotto osservazione. Per fortuna questa volta non è successo nulla”.