Baby gang scatenata, accoltellato 13enne in pieno centro

Baby gang scatenata, accoltellato 13enne in pieno centro

Napoli. Baby gang scatenate tra le strade di Napoli. Ancora sangue e violenza a via Chiaia, teatro di un altro raid. L’ultimo episodio risale a sabato sera, in uno dei luoghi più frequentati della movida cittadina: piazza Vittoria. Qui, infatti, un ragazzino di soli 13 anni è stato accoltellato da un gruppo di giovanissimi. Fortunatamente non è grave e, come spiega anche Il Mattino, se la caverà in 15 giorni.

Non c’è pace per le strade battute dal popolo del by night. L’ondata di violenza, ormai, non risparmia più nemmeno bambini o adolescenti: anzi, i più recenti episodi di cronaca dimostrano come siano sempre più loro i protagonisti, volontari e involontari, di questi nuovi episodi di violenza o razzismo.

Sono da poco passate le 23.30 quando a Piazza Vittoria, in Via Chiaia, si scatena improvvisamente il caos. La zona è piena di folla, che si sposta successivamente nella zona pedonale del Lungomare. Via Partenope è piena di turisti e napoletani, così come i ristoranti ed i bar quando i due gruppi di giovanissimi si incrociano.

Non si sa ancora con precisione come sia scoppiata la rissa: senza dubbio qualche parola di troppo o qualche apprezzamento su una delle “Barbie” che compongono la gang avrà urtato la suscettibilità del gruppo.

Dalle parole si passa in fretta ai fatti e subito dopo qualcuno estrae il coltello, iniziando a colpire i ragazzini. A subirne le conseguenze è un ragazzino di 13 anni, uno straniero che però risiede a Napoli, in Via Limoncello già da tempo.

Il giovane è ferito alla gambe ed alle braccia, tentando di difendersi dai colpi dell’arma e subito dopo si accascia a terra, invocando aiuto. Gli aggressori subito si dileguano ed il ragazzo è portato di corsa al pronto soccorso. Qui i medici lo medicano e lo giudicano guaribile in due settimane circa.

Foto: Repertorio