Avellino, Angelo morto di freddo in strada: scatta l’inchiesta

Avellino, Angelo morto di freddo in strada: scatta l’inchiesta

Avellino. Angelo è morto di freddo in strada ma la sua storia era già nota visto che di recente aveva lanciato un appello in tv (attraverso l’emittente avellinese Tele Nostra) alle autorità competenti. Adesso scatta l’inchiesta. E’ stato aperto un fascicolo infatti per accertare eventuali responsabilità sulla morte di Angelo Lanzaro, il 44enne senza fissa dimora, sposato e padre di tre figli, originario di Visciano (in provincia di Napoli), trovato senza vita ieri mattina all’interno di una mega struttura commerciale abbandonata di proprietà del comune di Avellino denominata “ex Mercatone”.

L’autorità giudiziaria ha anche disposto l’autopsia. I due clochard che condividevano con la vittima lo stesso riparo, sono stati convinti a lasciare la struttura e trasferiti presso la Casa della Fraternità, “don Antonio Forte”, gestita dalla Caritas e che ospita 22 senza fissa dimora, quanti sono i posti disponibili.

Intanto la Campania resta nella morsa del gelo ed in Irpinia continua a nevicare: la scorsa notte le precipitazioni nevose hanno interessato, con particolare intensità, le zone montane dell’Alta Irpinia. In mattinata si riunisce, in Prefettura ad Avellino, il coordinamento della Protezione Civile provinciale per fare il punto della situazione.