Area nord, alto impatto dei carabinieri. In manette 3 giuglianesi e un qualianese

Area nord, alto impatto dei carabinieri. In manette 3 giuglianesi e un qualianese

Melito. I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno effettuato un servizio ad alto impatto predisposto a melito di napoli per contrastare fenomeni di illegalità diffusa ed eseguito insieme a colleghi del battaglione Puglia. Durante le operazioni sono stati arrestati:

Luigi Basile, 18 anni, residente a Qualiano, resosi responsabile di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Il giovane è stato sorpreso dagli operanti nel corso di un servizio di osservazione in via Campana. Deteneva 4 pezzi di hashish del peso complessivo di circa 4 grammi;

Domenico Covino, 47enne, residente a Giugliano in Campania in via Casacelle, già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Salerno dovrà espiare tre mesi di reclusione per furto un aggravato commesso in concorso a Cava dei Tirreni nel 2007;

Valentino Corvino, 67 anni, di Giugliano in Campania, già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Salerno, dovrà espiare tre mesi di reclusione per un furto aggravato commesso a Cava dei Tirreni nel 2007;

Francesco De Biase, 41 anni, domiciliato a Giugliano, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Salerno dovrà espiare 8 mesi e 10 giorni di reclusione per una rapina aggravata commessa a Cava dei Tirreni nel 2012.

Nel contesto operativo sono state inoltre denunciate 14 persone, 13 delle quali per furto di energia elettrica. Contestate varie infrazioni al codice della strada, tra le quali una per guida senza patente e 3 per circolazione con mezzi sprovvisti di copertura assicurativa.