Approvato dalla giunta il progetto per la riqualificazione delle aree urbane degradate: si parte dalla 219

Approvato dalla giunta il progetto per la riqualificazione delle aree urbane degradate: si parte dalla 219

La Giunta comunale, riunitasi questa mattina, ha approvato il progetto, redatto dall’Arch. Marco Mazzella, da candidare al finanziamento previsto dal “piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”, che riguarda la zona in cui si trova uno dei comparti denominati 219, in Via Papa Giovanni XXIII.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara l’Assessore all’Urbanistica nonché Vicesindaco Marina Mastropasqua, che prosegue: Unitamente al progetto Jessica, questo nuovo studio rappresenta un ulteriore passo verso la realizzazione di quella rigenerazione urbana generale che abbiamo in mente per il paese.

Tante le trasformazioni dell’area previste dal progetto redatto dall’ Arch. Mazzella, che ha pianificato anche la realizzazione di un centro polifunzionale per rispondere all’esigenza della zona di una struttura che rappresenti il centro della vita sociale e culturale per i melitesi che ivi risiedono.

Alla base del progetto è stata compiuta, da parte del personale dell’Ufficio servizi sociali dell’Ente, una puntuale analisi dei fattori di marginalità che riguardano l’area esaminata, dalla quale è emersa, tra le altre cose, una altissima percentuale di minori a rischio dispersione scolastica.

In perfetta linea con l’intento che da sempre perseguiamo come amministrazione, ovvero quello di riqualificare porzioni sempre più vaste del territorio, questo progetto riveste una grande importanza per noi. Ci aspettiamo, pertanto, che venga seriamente preso in considerazione poiché risponde ad una reale esigenza del nostro territorio.

Entro lunedì 30 novembre il progetto verrà inviato telematicamente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, a mezzo posta elettronica, e dal momento in cui avremo conferma dell’avvenuta ricezione del materiale, attenderemo fiduciosi il buon esito della procedura.”