Anziano bruciato vivo da un gruppo di bulli, choc in città

Anziano bruciato vivo da un gruppo di bulli, choc in città

E’ ricoverato in gravi condizioni Giuseppe Scarso, fruttivendolo bruciato vivo “per gioco” da un gruppo di bulli. Dopo averlo dileggiato e picchiato, i ragazzi gli hanno versato addosso benzina dandogli fuoco. L’uomo ha 80anni e soffre di problemi fisici e mentali.

Scarso è molto conosciuto nella zona dove abita, in via Servi di Maria, a Siracusa è considerato una persona mite e dolce. I giovani criminali avrebbero preso di mira l’anziano già da alcuni giorni prima del tentativo di omicidio perseguitandolo e picchiandolo.

Il procuratore di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, ha aperto un inchiesta con l’ipotesi di tentativo di omicidio. La polizia di Stato sta indagando. «Un episodio tra criminalità e bullismo di quartiere. Siamo fiduciosi – ha detto – Grazie all’utilizzo dei diversi sistemi tecnologici, contiamo di avere qualche novità nelle prossime ore».

Facebook