Anche Giugliano doveva avere la sua pista di pattinaggio: famiglie costrette a spostarsi a Trentola

Anche Giugliano doveva avere la sua pista di pattinaggio: famiglie costrette a spostarsi a Trentola

Un altro spazio abbandonato, un’altra area sottratta alla comunità giuglianese. Quello spazio di fronte l’ospedale San Giuliano, sopra il Car Park, affidato con un project financing ormai già da qualche anno, che doveva essere una pista di pattinaggio in pieno centro cittadino, oggi non è altro che un’area vuota e lasciata all’incuria. E così famiglie e ragazzi sono costretti a recarsi addirittura a Trentola, dove nell’area antistante il centro commerciale Jambo è stata allestita una pista di pattinaggio attrezzata con istruttori, pattini, possibilità di fittarli. La stessa cosa che doveva essere realizzata anche a Giugliano.

Un luogo che poteva essere punto di ritrovo per famiglie e bambini. Ma come sempre accade qui è oggi completamente abbandonato. E così quella che doveva essere una pista di pattinaggio, pronta al momento dell’inaugurazione, è solo ricettacolo di rifiuti. Vetri di bottiglie distrutte, plastica, carte, quello che prima era un bar oggi è un edificio vuoto. L’unico punto che funziona è la sede di Equitalia. Ma la cosa più sconcertante è che passeggiando bisogna fare slalom oltre che tra i rifiuti anche tra profilattici usati. Questo potrebbe voler dire che l’area è luogo di ritrovo per coppie che sapendo che l’area è completamente abbandonata e fuori controllo possono tranquillamente appartarsi pur essendo in pieno centro e di fronte una scuola e un ospedale.

Intanto sono molte le famiglie che dai comuni a nord di Napoli si spostano a Trentola, al Jambo, dove una semplice pista di pattinaggio è riuscita a divenire un’area dove praticare sport, un punto di aggregazione per giovani e famiglie che sempre più spesso tra Giugliano, Mugnano e Villaricca vedono sottrarsi aree che dovrebbero invece essere a disposizione della città.

 

Facebook