“Alto impatto” tra Giugliano e Melito, tre arresti e 15 denunce. ECCO I NOMI

“Alto impatto” tra Giugliano e Melito, tre arresti e 15 denunce. ECCO I NOMI

Giugliano. Tre arresti e 15 denunce. Questo il bilancio dell’alto impatto di oggi condotto dai Carabinieri della Compagnia di Giugliano guidati dal capitano De Lise tra Giugliano e Melito. Gli arrestati sono:

  • Grimaudo  Filomena, 30 anni, residente a Giugliano, sorpresa a transitare a piedi per via Pigna in stato di evasione dagli arresti domicliari ai quali era sottoposta per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti;
  • Piccirilli alla Valerya, 35 anni, residente a Giugliano, sorpresa su via Licola mare in stato di evasione dagli arresti domicliari ai quali era sottoposta per tentato omicidio;
  • un 50enne di Qualiano raggiunto da un ordine di carcerazione in regime domiciliare emesso dalla procura di Napoli dovendo espiare la pena di 6 mesi e 6 giorni di reclusione per maltrattamenti in famiglia commessa a Qualiano nel 2011.

Nel contesto operativo sono state denunciate in stato di libertà 15 persone, tra le quali il titolare 42enne di Qualiano di una auto-carrozzeria resosi responsabile di stoccaggio e smaltimento illecito di rifiuti pericolosi e non, di scarichi industriali in fogna civile senza autorizzazione, di emissioni pericolose in atmosfera e di abusivismo edilizio. sono stati sottoposti a sequestro preventivo i locali di circa 100 mq., dell’attività artigianale.

Gli altri denunciati: 5 persone per furto di energia elettrica, 2 per evasione e una per interruzione di pubblico servizio, una per oltraggio a pu e una per uso di atto falso, 2 per violazione a prescrizioni dell’obbligo di soggiorno e 2 per detenzione ai fini di vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando.

A Melito, in via Lussemburgo, sono state rinvenute e sequestrate 24 cartucce calibro 9 e un caricatore per pistola semiautomatica. Contestate varie infrazioni al codice della strada, 16 delle quali per mancanza di copertura assicurativa.