Alto impatto dei carabinieri: arresti per furti e rapine. Sequestrate sigarette di contrabbando e una pistola

Alto impatto dei carabinieri: arresti per furti e rapine. Sequestrate sigarette di contrabbando e una pistola

Operazione alto impatto dei carabinieri ieri tra Giugliano, Villaricca e Sant’Antimo. Decine di uomini hanno controllato il territorio. Ben cinque gli arrestati. Si tratta di Fruttaldo vittorio residente a marano pregiudicato. L’uomo ha violato gli obblighi e le prescrizioni inerenti la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, nel comune di marano di napoli, a cui era sottoposto. Fruttaldo è stato sorpreso e bloccato dai militari in viale della repubblica a calvizzano a bordo di uno scooter di proprietà della madre.

Dell’omo antonio, del 1993, residente a sant’antimo pregiudicato, in esecuzione di misura cautelare in regime di arresti domiciliari emessa poiché ritenuto responsabile di rapina aggravata in concorso lo scorso 25.08.2016 a frattamaggiore avvicinava uno studente 18enne di sant’antimo e sotto la minaccia  di una pistola, gli sottraeva il proprio motociclo honda sh 125 nonchè il telefono cellulare iphone 6s, dileguandosi subito dopo.

rinaldi stefano, del 72, residente a Melito pregiudicato, resosi responsabile del reato di evasione. L’uomo sottoposto in regime di arresti domiciliari per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, veniva sorpreso dai carabinieri mentre transitava a piedi in via matteotti del comune di melito, in flagrante violazione del beneficio concessogli.

Verde luigi, residente a sant’antimo pregiudicato, in esecuzione all’ordine per la carcerazione emesso in data 01.10.2016 dalla procura della repubblica presso il tribunale di viterbo, dovendo espiare la pena residua di mesi 8 (otto) e giorni 21 (ventuno) di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di tentata rapina aggravata in concorso nonchè di furto aggravato in concorso commessi a viterbo rispettivamente nei giorni 26 e 27.02.2012.

Ghete cristian, nato in romania, domiciliato a qualiano, pregiudicato, poichè colpito da mandato di arresto europeo emesso, in data 12.01.2016, dall’autorità giudiziaria rumena per il reato di furto.

Sempre nel corso del servizio di controllo sono state deferite in stato di libertà sei persone, di cui:

uno per detenzione ai fini della vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando;

uno per evasione;

uno per truffa;

uno per omessa comunicazione detenzione armi;

uno per inosservanza prescrizioni sorveglianza speciale;

uno per guida in stato di ebbrezza

– sequestrati penalmente:

centosessanta pacchetti di sigarette di varie marche prive del sigillo del monopolio di stato, pari a kg. 3,2;

pistola beretta calibro 9×21 avente matricola e18397p, comprensiva di caricatore e numero 31 colpi medesimo calibro;

violazioni al c.d.s.:

–      totale contravvenzioni elevate undici, di cui:

quattro per mancata copertura assicurativa;

due per guida senza patente;

–      veicoli sequestrati/sottoposti a fermo amministrativo 4.

Facebook