Alta tensione a Melito, dopo l’agguato di ieri ritrovate pistole e droga

Alta tensione a Melito, dopo l’agguato di ieri ritrovate pistole e droga

Melito. Controlli a tappeto questo pomeriggio da parte dei carabinieri nelle piazze di spaccio di Melito. I militari guidati dal capitano Antonio De Lise della Compagnia di Giugliano in un palazzo in costruzione, alle spalle del Parco Monaco, nota piazza del narcotraffico, hanno rinvenuto una pistola 38 special, nascosta in una borsa e un’altra arma da fuoco (una semiautomatica), oltre ad un certo quantitativo di droga (come cocaina, hashish e marijuana) e munizioni. Sulle armi adesso verranno eseguite analisi tecniche per accertare l’eventuale utilizzo in recenti episodi criminosi.

Controlli anche nel parco di Padre Pio, teatro dell’agguato consumato ieri. In questo caso i Militari dell’Arma non avrebbero trovato nulla di rivelante. E’ chiaro però quanto sia teso il clima in città dopo la morte di Nuovo Mohammed e Alessandro Laperuta, uccisi a colpi di pistola. Costante la pressione delle forze dell’ordine sui clan per placare i venti di guerra che soffiano a nord di Napoli.