Allarme furti e rapine, i cittadini corrono ai ripari: “Quindici euro per stare più tranquilli”

L’emergenza criminalità è divenuta un problema di prim’ordine a Giugliano. E i ripetuti furti e rapine delle ultime settimane stanno terrorizzando i cittadini. Tanto che alcuni hanno deciso di autotassarsi per “sentirsi più sicuri”. È quello che sta accadendo sulla fascia costiera dove diversi residenti sono ricorsi alla vigilanza privata. “Paghiamo 15 euro al mese ogni famiglia del viale per stare più tranquilli” ha raccontato un residente. “Almeno tutta la notte c’è qualcuno che perlustra la zona. Qui siamo abbandonati ed è terreno fertile per i malviventi. Se pure allertiamo la polizia intanto che arrivano ci hanno già derubato e sono pure scappati”. Insomma i cittadini sono costretti ad autotassarsi per tentare di mettere un freno al fenomeno e di intimorire i malviventi. I residenti ci hanno spiegato che con 15 euro la vigilanza fa giri di perlustrazione tutta la notte. Mentre ci sono altri che pagano all’incirca il doppio per far si che in caso di “chiamate per pronto intervento” le guardie giurate intervengano sul posto. 

Il vociferato spostamento della stazione dei carabinieri di Lago Patria certo non farà stare più tranquilli gli abitanti della zona. 

Intanto il problema furti e rapine non affligge solo la fascia costiera ma anche il centro. Solo qualche ora fa un cittadino ha segnalato una Peugeot 308 bianca al Corso Campano che era pronta a svaligiare un’abitazione ma è stata fermata giusto in tempo.