Agguato di camorra a Giugliano: ancora gravi le condizioni di Di Biase e Ciccarelli

Agguato di camorra a Giugliano: ancora gravi le condizioni di Di Biase e Ciccarelli

Si indaga ancora sul ferimento di Nello Di Biase e Silvano Ciccarelli. I due sono ricoverati in gravissime condizioni. I medici hanno fatto di tutto per salvarli la vita, ma per ora restano in coma farmacologico.

Intanto però si cerca di far luce su degli aspetti ancora non chiari. Innanzitutto chi ha fatto scomparire il motorino, poi ritrovato dai carabinieri, e perché. Altro elemento da considerare è il ritrovamento di due diverse pallottole al suolo.

I killer avevano due pistole o una delle due vittime ha risposto al fuoco? Non è ancora chiaro. Di certo l’omertà dilagante non aiuta le forze dell’ordine a chiarire quanto accaduto. Nessuno ha visto ne sentito nulla, nonostante si fosse in orario pomeridiano e nonostante i negozi fossero tutti aperti.

Resta grave inoltre un altro elemento: in città si torna a sparare dopo anni di “pax” camorristica. Il che presuppone l’inizio di una faida in atto.