Agguato a Ponticelli, colpi d’arma da fuoco contro il fratello del boss De Micco

Agguato a Ponticelli, colpi d’arma da fuoco contro il fratello del boss De Micco

Agguato a Ponticelli, nel fortino del clan De Micco. Due uomini, Luigi De Micco, di 40 anni, fratello dei boss Salvatore e Marco, e Antonio Autore, di 23 anni, sono stati feriti alla schiena a colpi d’arma da fuoco in un agguato in via Cupo Molisso, nel quartiere di Ponticelli a Napoli.

Secondo quanto si è appreso, sono stati raggiunti dai proiettili esplosi da un’auto di passaggio il cui conducente indossava un casco. Immediati i soccorsi del 118. I due feriti sono stati trasportati all’ospedale Villa Betania. Al momento non vengono considerati in pericolo di vita.

Panico in strada. I proiettili sono stati esplosi nei pressi di una nota pizzeria della zona. La sparatoria ha scatenato un fuggi-fuggi generale. Per fortuna non ci sono altri feriti. L’agguato di oggi sarebbe da ascrivere nell’ambito della faida di camorra tra il clan De Micco e il clan D’Amico per il controllo delle piazze di spaccio.

LEGGI ANCHE: MAPPA DELLA CAMORRA, I D’AMICO CONTRO I DE MICCO