Afragola, racket di camorra. Arrestato fedelissimo del boss

Afragola, racket di camorra. Arrestato fedelissimo del boss

Afragola. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna ad Afragola hanno sottoposto a fermo Santo Tessitore, un 22enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, ritenuto elemento di spicco del gruppo camorristico “Nobile” attivo ad Afragola e nei comuni limitrofi.

È ritenuto responsabile di concorso in estorsione, minaccia, percosse e danneggiamento: è stato identificato dai carabinieri come il responsabile di una richiesta estorsiva in danno del titolare di un bar della città. Tessitore vessava il commerciante. Facendo leva sulla sua appartenenza al gruppo “Nobile”, da più di un anno gli imponeva il versamento di 500 euro a cadenza mensile, consumazioni gratis e l’elargizione di contanti da giocare ai videopocker installati nel bar taglieggiato.

Il fermato è stato associato al carcere di Poggioreale. Tessitore è considerato uno dei fidati di Antonio Nobile, il 67enne afragolese ritenuto il capo dell’omonimo gruppo camorristico, sottoposto a fermo, sempre dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, appena lo scorso 29 ottobre. Anche nei confronti di Nobile, il gip aveva convalidato il fermo e disposto la sua custodia in carcere.