Afragola, in manette la moglie del boss del rione Salicelle

Afragola, in manette la moglie del boss del rione Salicelle

Afragola. E’ accusata di aver ceduto dosi di droga a vari clienti. Con quest’accusa è finita in manette Anna Picco, 21 anni, moglie di Raffaele Barbato, ritenuto dagli inquirenti il reggente del clan Barbato che controlla il traffico di droga tra il rione Salicelle e quello dei Mattoni. Raffaele è il fratello del più noto Mariano.

Ad effettuare l’arresto i poliziotti del commissariato di Afragola, che bloccato la donna durante un servizio di appostamento. Anna Picco si nascondeva all’ultimo piano di uno stabile del rione dei Mattoni. Gli agenti di Polizia sono stati insospettiti da un acquirente uscito dallo stabile con 17 grammi di hashish in bustine.

Gli agenti a quel punto sono saliti nell’appartamento. Dopo aver bussato ripetutamente sono stati accolti in casa, ma della droga non c’era più nessuna traccia. Anna Picco è stata ristretta agli arresti domiciliari su disposizione del magistrato di turno. Gli investigatori ritengono che l’hashish al compratore sorpreso ai piedi del palazzo sia stato ceduto da lei. Oggi la 21enne sarà giudicata con rito direttissimo.

Facebook