A Giugliano la prima riunione regionale di Eurodesk. “Stimolare i giovani ad un ruolo attivo”

A Giugliano la prima riunione regionale di Eurodesk. “Stimolare i giovani ad un ruolo attivo”

Giugliano. Si è svolta ieri, giovedì 12 maggio, presso la sede del Comune di Giugliano in Campania, la prima riunione 2016 del coordinamento regionale campano dei punti locali Eurodesk. L’avventura europea che il Comune di Giugliano vuole vivere con l’apertura del Centro Eurodesk è ispirata al principio di democrazia di prossimità che, in una dimensione europea ci motiva a sensibilizzare le nostre realtà alle opportunità di mobilità transnazionale europea e più in generale ai finanziamenti europei.

L’ambizione condivisa dai responsabili di tutti i punti è stimolare i giovani ad un ruolo attivo nella società e aiutarli a individuare migliori e pari opportunità di lavoro. Un’operazione non semplice, per questo la rete Eurodesk presente in Campania, conscia che lavorare insieme rappresenta un valore aggiunto ha avviato un tavolo di confronto volto a: – individuare e condividere buone pratiche di informazione, orientamento e promozione sulle opportunità dall’UE; – programmare iniziative congiunte; – elaborare una proposta progettuale di una proposta progettuale da presentare alla Regione Campania.

La rete è un canale di informazione ufficiale delle iniziative europee di supporto alla mobilità transnazionale dei giovani, sostenute dalla Direzione Generale dell’Istruzione e della Cultura, oltre che dal Consiglio d’Europa. I punti presenti su Giugliano, Avellino, Nocera Superiore, Napoli, Marigliano, Mercato San Severino, Teano e Agropoli, sono pronti ad avviare un percorso sostenibile fatto di iniziative di informazione e orientamento nonché progettuale in favore dei cittadini e di tutti gli operatori istituzionali ed economici interessati, al fine di vivere l’Europa delle opportunità per tutti. Il coordinamento regionale Eurodesk Campania vi dà appuntamento a breve scadenza dichiarandosi già pronto ad accogliere le idee e le curiosità dei cittadini della Regione d’Italia piena di ricchezza da sfruttare al massimo anche e soprattutto grazie ai finanziamenti europei.