Un asse Polonia-Giugliano per le sigarette di contrabbando

Un asse Polonia-Giugliano per le sigarette di contrabbando

Sgominata un’associazione di contrabbandieri che prendeva le sigarette in Polonia per poi farle giungere a Pozzuoli prima di smerciarle per tutte le province della Campania. L’operazione, condotta dalla guardia di finanza di Caserta e dal gruppo di Aversa, ha arrestato quindi 4 persone e sequestrate quasi 4 tonnellate di sigarette mettendo fine ad un traffico illecito che avrebbe fruttato ai malfattori circa mezzo milione di euro.

I 4 soggetti incriminati, due napoletani e due polacchi, sono stati incastrati dalle indagini delle Fiamme Gialle incentrate sui mezzi pesanti ritenuti sospetti per provenienza e merce dichiarata in transito nel tratto dell’A1 nei pressi degli svincoli della Provincia di Caserta. I militari hanno così individuato un camion proveniente dalla Polonia, Paese d’origine del contrabbando di sigarette, perché percorreva una strada non compresa nell’itinerario, la cui corsa finiva in un deposito abbandonato nella zona industriale di Pozzuoli dove hanno sorpreso i 4 arrestati, due polacchi e due napoletani residenti a Giugliano, che preparavano lo stoccaggio di 780kg di sigarette, quelle appena scaricate dal camion.

Gli uomini, che ora si trovano nel carcere di Poggioreale, all’interno del complesso abbandonato avevano anche ricavato un deposito in cui sono stati trovati oltre 2500kg di sigarette pronte per essere messe sul mercato.