Continua la stretta del Comune al “sacchetto selvaggio”

Continua la stretta del Comune al “sacchetto selvaggio”

Continua la stretta del Comune al “sacchetto selvaggio”. Presto verra’ allertata la Protezione Civile di Marano, che unitamente all’Associazione Nazionale Carabinieri ed ai Rangers d’Italia, daranno man forte al nucleo di Polizia Ambientale.
In un primo momento i volontari presidieranno le zone particolarmente critiche per sorvegliare ed impedire che vengano gettati sacchetti dell’immondizia in zone ed orari non consentiti.
“L’esigenza di questa nuova stretta – spiega il Sindaco Liccardo – nasce dal bisogno da parte di questa Amministrazione di controllare più adeguatamente territorio. Gli sforzi molte volte vengono vanificati dall’inciviltà di poche persone e piccoli quantitativi diventano grossi col passare dei giorni”.
“Con la raccolta differenziata si potrebbe fare molto di più – dichiara l’assessore all’Ambiente Orlando – la volontà da parte del cittadino c’è. Bisogna avere il pugno duro con chi non rispetta le regole”.
Questo, come anticipato prima, e’ solo l’inizio da un progetto a lungo e medio raggio. Tra poco, infatti, si partirà con il bando per la selezione degli ispettori ambientali volontari che sarà una nuova risorsa per la lotta “sacchetto selvaggio”.
“Credo – conclude Orlando – che con il concorso di tutte le forze in organico in un territorio così vasto si possa fare tanto con un’organizzazione ad hoc che sarà disposta dal comando dei vigili urbani. Dobbiamo presidiare il territorio, essere presenti ed attenti”.
“L’Obiettivo da raggiungere – afferma Il sindaco Liccardo –  seppur con risorse limitate e’ quello di arrivare ad un’ottima percentuale di di raccolta differenziata e questo e’ possibile solo se si rema tutti nella stessa direzione”.