“Viva la strada” il nuovo programma di educazione stradale nelle scuole di Marano

“Viva la strada” il nuovo programma di educazione stradale nelle scuole di Marano

Partirà il prossimo dicembre “Vivi la strada”, il nuovo programma di educazione stradale per le scuole della città. Gli studenti coinvolti saranno gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori del territorio, i quali seguiranno un programma di lezioni fino al prossimo aprile, svolte dai docenti e dal personale della Polizia Locale, per apprendere le principali regole dell’educazione stradale e poter con maggior consapevolezza e cognizione affrontare percorsi stradali in città.

 

Il programma prevede inoltre uscite per le strade cittadine, visite alla sede del Comando di Polizia Locale, in modo da facilitare ed incoraggiare una visione positiva e costruttiva della Istituzione e degli agenti stessi, e una manifestazione conclusiva con l’installazione di circuiti stradali appositamente predisposti all’interno  della villa comunale del Ciaurro sui quali gli studenti potranno cimentarsi  utilizzando biciclette e motocicli.

 

“La fase educativa della persona, la sensibilizzazione ai valori della legalità e della civile convivenza, devono prevalere e scongiurare la fase repressiva”, commenta il Comandante della Polizia Locale Colonnello Claudio Cappuccio- con l’intento di offrire un contributo avvicinando i cittadini di domani alle istituzioni”.

 

“L’Educazione Stradale rientra nell’ambito della educazione alla convivenza civile -afferma l’Assessore alla Pubblica Istruzione Domenico D’Ambra-  come tale è un obiettivo assolutamente interdisciplinare da perseguire costantemente durante lo svolgersi dell’intero iter scolastico. La strada è un elemento che accompagna tutti fin da bambini: vivere e conoscere la strada nel modo corretto fin da piccoli è fondamentale per sviluppare la sensibilità necessaria per essere automobilisti, motociclisti, ciclisti o pedoni responsabili nell’età adulta”.

Ritengo che l’unica sfida oggi possibile per un miglioramento del sistema sociale non si possa porre esclusivamente sul piano della repressione, ma deve tener conto anche della prevenzione e su questo terreno molto può fare l’azione di indirizzo sulle nuove generazioni -dichiara il Sindaco Angelo Liccardo- I bambini sono il nostro futuro ed è per questo che come Amministrazione abbiamo promosso iniziative per sottolineare un tema delicato e ancora poco dibattuto come quello dell’educazione stradale nelle scuole. E’ fondamentale che i ragazzi abbiano l’opportunità di apprendere le regole per una mobilità sicura, acquisendo consapevolezza dei limiti e dei pericoli che la strada può riservare. Anche in questo modo le nuove generazioni possono sviluppare un maggior senso di responsabilità e rispetto delle regole della convivenza civile”.