Marano, ancora riflettori puntati sull’ufficio legale. Avviato un nuovo procedimento disciplinare per la titolare del settore

Marano, ancora riflettori puntati sull’ufficio legale. Avviato un nuovo procedimento disciplinare per la titolare del settore

Un nuovo procedimento disciplinare a carico dell’ex responsabile dell’ufficio legale, già sospesa dal lavoro per sei mesi per i fatti relativi alla presenza negli uffici di sua competenza di un consulente legale non autorizzato dal Comune. La commissione disciplinare dell’Ente ha convocato Tizia Di Grezia per ottenere chiarimenti in merito alla vicenda della Uniongas, la società che vanta un credito dall’ente cittadino pari a ad oltre 100 mila euro. L’iter è ancora nella sua fase istruttoria: alla Di Grezia è stato contestato di non aver impugnato i decreti ingiuntivi emessi contro il Comune di Marano, reo di non aver pagato alcuna fattura alla società con sede a Sant’Arpino, subentrata qualche anno fa alla Napoletanagas e con un iter contrattuale che, in passato ma anche di recente, ha suscitato non poco perplessità e polemiche. La titolare del settore, da qualche settimana sospesa dal lavoro, ha già presentato le sue controdeduzioni.