Emergenza rifiuti 2003-2006. Assolti Catenacci, Facchi, Taglialatela ed ex assessori

Emergenza rifiuti 2003-2006. Assolti Catenacci, Facchi, Taglialatela ed ex assessori

Nessun danno patrimoniale o di immagine per la raccolta differenziata di Giugliano. Vengono assolti dalla Corte di Conti gli indagati per presunti danni da 7 milioni di euro per la gestione della differenziata 2003 – 2006. Si tratta di Giulio Facchi, ex sub commissario di governo per l’emergenza rifiuti, Corrado Catenacci, ex commissario straordinario per i rifiuti e Francesco Taglialatela, ex sindaco di Giugliano, insieme agli ex assessori Emanuele D’Alterio, Giuseppe Di Girolamo, Armando Di Nardo, oltre alla Igica nella persona del legale rappresentante.

 

Il tutto è da riportare alla vecchia emergenza rifiuti. Gli amministratori erano accusati di non aver incrementato la raccolta differenziata. Il fatto che fosse a carico del Consorzio Napoli 1 infatti non aveva li aveva esclusi dalle responsabilità. La gestione commissariale invece era accusata per l’affidamento alla Igica e i mancati controlli sull’attività del Consorzio stesso. I difensori hanno evidenziato che la differenziata aveva comunque raggiunto una percentuale adeguata all’epoca. I legali hanno quindi fattoin modo che fosse accettata la richiesta di annullare il risarcimento danni. L’Igica invece non poteva essere oggetto di contestazione perché appaltatore e non concessionario di servizio pubblico.