Clan Mallardo: il Riesame giudica Giuliano Pirozzi impreciso e inattendibile

Clan Mallardo: il Riesame giudica Giuliano Pirozzi impreciso e inattendibile

Erano stati accusati di aver favorito il clan Mallardo. In carcere c’erano finiti Luigi Borzacchielli, Stefano Cecere, Giuseppe Romano, Vincenzo Russo, Carmine Di Vivo, Vincenzo Pianese e Giovanna De Biase. Il gruppo fu poi subito scarcerato. Oggi giungono le motivazioni del Riesame che ordinò la liberazione dei presunti gregari del boss che insieme alla moglie di Giuseppe Dell’Aquila avrebbero favorito la latitanza del reggente del clan Mallardo. Il testo è riportato dal settimanale AbbìAbbè.

Secondoi giudici mancavano i gravi indizi di colpevolezza. Per i magistrati il particolare che la stessa moglie di Peppe O’Ciuccio non sia stata chiamata a rispondere del reato di associazione a delinquere è una incongruenza vista che viene considerata capo del gruppo di supporto. Alcuni degli indagati inoltre sapevano dov’era il boss ma non è specificato che ne avessero favorito la latitanza.

In dubbio anche le parole di Giuliano Pirozzi che non sarebbero state ritenute attendibili ma anzi considerate generiche e imprecise.