Giornata delle forze armate: a Marano si deposizione di corone di alloro

Giornata delle forze armate: a Marano si deposizione di corone di alloro

 Celebrata stamattina la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate con la deposizione delle corone di alloro ai Monumenti ai Caduti di Corso Umberto I. Il Sindaco Angelo Liccardo, alla presenza della presidente del Consiglio comunale Angela Di Guida e di molti esponenti dell’Amministrazione, del Colonnello della Polizia Locale Claudio Cappuccio, del Tenente dei Carabinieri Francesco Tessitore, delle autorità militari, civili, religiose, ha deposto le corone di alloro benedette da Don Rosario Moxedano, parroco della Chiesa SS. Annunziata. Subito dopo momenti di raccoglimento con l’esecuzione de “Il Silenzio”.  Applausi dal folto pubblico e dagli studenti delle scuole di Marano che hanno partecipato alla cerimonia.

“Il 4 novembre rappresenta un momento di straordinaria importanza nella Storia del nostro Paese ed è fondamentale fare memoria della gloriosa e sofferta storia di quella generazione di uomini che sacrificò la vita per amor di patria – commenta il primo cittadino – Quel sacrificio deve essere per noi testimonianza ed esempio per il nostro agire e per restituire  senso e prospettiva al nostro presente e soprattutto al nostro futuro. Oggi dobbiamo difendere l’unità dell’Italia contro le spinte disgregatrici che vengono dagli egoismi sociali e dagli egoismi territoriali. Affinché il sacrificio di coloro che ci hanno preceduto non sia vano, oggi dobbiamo acquisire un rinnovato senso del dovere verso l’interesse generale, facendo prevalere dedizione e impegno per gli ideali di identità nazionale, di giustizia sociale, di progresso, di solidarietà. Ringrazio per la preziosa collaborazione le Associazioni delle Forze Armate cittadine e rivolgo il mio augurio e quello dell’intera Amministrazione comunale a tutti coloro che, con la loro professionalità ed il loro impegno, si spendono quotidianamente a protezione della sicurezza del nostro Paese e per garantire stabilità e legalità in tutta la comunità internazionale”.