Marano, Gennaro ed Elisabetta resteranno un altro mese nella casa di via Marano-Pianura. Si valuta la possibilità di un trasferimento in una casa famiglia

Marano, Gennaro ed Elisabetta resteranno un altro mese nella casa di via Marano-Pianura. Si valuta la possibilità di un trasferimento in una casa famiglia

Resteranno per un altro mese nella piccola abitazione di via Marano-Pianura Gennaro ed Elisabetta, i due indigenti di 54 e 49 anni ai quali era stato intimato di lasciare i locali perché non in regola con i pagamenti dei fitti mensili. La decisione è stata presa ieri al Comune nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato il neo assessore alle Politiche sociali De Stefano e il proprietario dell’immobile, che alcuni mesi fa – su richieste di un collaboratore del primo cittadino Liccardo – aveva dato il via libera affinché la coppia utilizzasse quell’appartamento ma con la rassicurazione che sarebbe stato l’ente a provvedere ai pagamenti. Un mese di tempo per consentire all’assessorato al ramo e ai servizi sociali del Comune di individuare una casa famiglia in grado di ospitare la coppia. Alla riunione di ieri ha presenziato anche una delegazione del Movimento cinque stelle. Intanto, sul fronte delle politiche abitative, si attende ancora l’assegnazione dei contributi per i fitti dell’annualità 2011 e il via libera all’agognato censimento (promesso dall’amministrazione cittadina due mesi fa) sulle case popolari.