Rapina alla gioielleria Paciolla di via Cumana. I banditi entrano dalle fogne e fuggono sui tetti. La titolare: “Basta, chiudo”. VIDEO

Rapina alla gioielleria Paciolla di via Cumana. I banditi entrano dalle fogne e fuggono sui tetti. La titolare: “Basta, chiudo”. VIDEO

Entrano dalle fogne, per la terza volta consecutiva. terrorizzano la titolare, la immobilizzano minacciandola con una pistola. mettono a soqquadro tutta la gioielleria si fanno aprire la porta blindata, entrano in un palazzo antico e fuggono sui tetti. Una rocambolesca rapina questa mattina ha paralizzato via Cumana a Giugliano.

 

I banditi, 4 in tutto, uno solo armato di pistola, hanno fatto scoppiare il caos in uno dei vicoli storici della città. L’assalto intorno alle 9. I malviventi probabilmente hanno atteso l’apertura del negozio prima di sbucare dal sottosuolo dopo aver attraversato  un cunicolo, a quanto pare molto vecchio, presente sotto l’esercizio commerciale. D’improvviso la titolare si è vista sbucare dal suolo 4 persone, tutte con il volto coperto. I banditi hanno agito in pochissimi secondi ed hanno preso tutti i monili.

 

Feroci e violenti sono poi riusciti a rintrufolarsi nelle fogne e a sbucare in un altro punto. E qui una nuova rocambolesca azione. Percorrono via Cumama entrando in un vecchio palazzo. Non si sa come salgono sui tetti e fuggono senza lasciare nessuna traccia. Un banda specializzata e soprattutto organizzatissima. Ogni minimo particolare è stato studiato. Ogni dettaglio curato dai rapinatori che non hanno lasciato nulla al caso. Sia l’ingresso nella gioielleria che la fuga sui tetti era stata pianificata. Sul posto ci sono gli agenti del commissariato di Polizia di Giugliano e la Scientifica.

 

Al vaglio delle forze dell’ordine anche le immagini di videosorveglianza della gioielleria. Non è la prima volta che il negozio viene assaltato a causa di un vecchio cunicolo mai riempito dal comune che per la terza volta è servito ai banditi per intrufolarsi all’interno.