“Al di la della barricata”, Vittorio Gatto presenta il suo libro all’Agorà

“Al di la della barricata”, Vittorio Gatto presenta il suo libro all’Agorà

<<Questo è il racconto del male del nostro tempo, visto dagli occhi di qualcuno che lo ha vissuto in prima persona. Semplice e doloroso. Questo è il racconto di un figlio per suo padre>>.

Il ricordo, la speranza, il coraggio, questo ciò che si riscontra nel libro “Al di là della barricata” di Vittorio Gatto, appassionato di scrittura, presentato ieri sera all’Agorà in piazza Matteotti a Giugliano, luogo di incontro e aggregazione, ormai simbolo di movida e cultura nel territorio. Tanti gli accorsi per acclamare il giovane scrittore, che commosso e soddisfatto parla del suo libro, non autobiografico, ma ispirato ad una storia vera, che esalta la malattia definita del “secolo”, la quale non lascia scampo. Un racconto che fa riflettere, al giorno d’oggi soprattutto,in una terra come la nostra, inondata dall’inquinamento ambientale, inondata da malattie che non lasciano fuga o salvezza ai giovani e ai più piccoli.

La paura è ciò che pervade l’animo di ogni uomo, al rimbombo di una parola che può cambiare per sempre la propria vita. Il racconto viene narrato da un figlio che vede il padre spegnersi lentamente, lo vede lottare e soffrire al tempo stesso, lo vede sorridere sempre e comunque, quel sorriso è come il raggio di un sole dopo la tempesta, ed è ciò che gli dà la forza per andare avanti. Racconta per tenere vivo il ricordo di suo padre, esempio di vita, e punto di riferimento.

Non è facile indossare le vesti di qualcun altro, soprattutto quelle di un malato, si può solo immaginare, ma di certo non si può capire il senso di profonda tristezza che pervade il corpo e la mente di un uomo che non sa se ci sarà domani, se aprirà ancora gli occhi per vedere la luce.

I passi di questo testo così profondo sono stati letti ed interpretati dall’attrice Antonella Raimondo.

Grande partecipazione e coinvolgimento da parte di tutti. Dopo la presentazione del libro, l’Agorà ha offerto una degustazione di stuzzichini e prodotti tipici, per restare ancora in compagnia.