Operazione “alto impatto”, sequestri e arresti a Giugliano

Operazione “alto impatto”, sequestri e arresti a Giugliano

I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania insieme ai colleghi del battaglione veneto e del nucleo cinofili di Napoli hanno effettuato un servizio ad “alto impatto” sul territorio, sottoponendo a controlli, ispezioni e perquisizioni pregiudicati e personaggi d’interesse operativo, in particolare hanno arrestato per detenzione a fini di stupefacenti:

– Colucci Giuseppe, 25 anni, residente a Melito di Napoli in via Budapest, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso e bloccato a Melito di Napoli in via Vienna, “rione 219”, in possesso di 24 dosi di crack, del peso complessivo di 23,8 grammi, 16 confezioni di marijuana, del peso complessivo di 19,6 grammi, 4 stecchette di hashish, del peso complessivo di 4,4 grammi, una dose di cocaina, del peso complessivo di 0,5 grammi e di 232 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività.

– Raia Carlo, 37 anni, residente a Melito di Napoli in via Arno, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso nel suo negozio di ferramenta a Melito di Napoli su via Roma di 7 confezioni di marijuana, del peso complessivo di 10,2 grammi;

inoltre è stato arrestato Casalino Vincenzo, 48 anni, residente a Mugnano di Napoli in via Crispi, raggiunto da un ordine di carcerazione agli aadd emesso il 16 ottobre dalla corte di appello di Napoli, dovendo espiare un anno, 11 mesi e 15 giorni per associazione a delinquere finalizzata alla truffa mediante sottrazione e cambio di titoli bancari, commessi nel 2008 a Napoli.

denunciato in stato di Liberta’ per contrabbando di tabacchi lavorati esteri 3 persone del luogo, sorpresi per strada a vendere pacchetti di sigarette di contrabbando.

Colucci Giuseppe è stato tradotto a Poggioreale, Raia Carlo è in attesa di rito direttissimo mentre Casalino Vincenzo è stato accompagnato nella sua abitazione agli aadd.