Marano, Liccardo sfoglia ancora la margherita: ma la pazienza di diguidiani e Ncd sembra essersi esaurita

Marano, Liccardo sfoglia ancora la margherita: ma la pazienza di diguidiani e Ncd sembra essersi esaurita

Rimpasto di giunta, l’annuncio potrebbe slittare di qualche giorno. A dopo l’approvazione del bilancio previsionale, la cui seduta è prevista per la giornata di lunedì (manca però il parere dei revisori dei conti e non si esclude uno slittamento), almeno secondo le intenzioni del sindaco Angelo Liccardo. I tentennamenti di queste ultime ore sono originati da una serie di fattori: i malumori manifestati da alcuni esponenti del cosiddetto “cerchio magico”, quella schiera di consiglieri e assessori maggiormente legati al primo cittadino che non vuole cedere alcune deleghe in favore del gruppo di sei consiglieri (Diguidiani e Ncd), che da tempo reclamano maggiore spazi e considerazione. E ancora: i dubbi sull’assegnazione della delega all’Ambiente, tra le più importanti, all’assessore Elio Belmare, in quota Ncd. Il gruppo di sei consiglieri, che nei giorni scorsi ha siglato una sorta di patto di ferro, non sembra intenzionato a fare ulteriori passi indietro, poiché forti delle loro ragioni politiche e degli impegni assunti, attraverso un documento, dal primo cittadino. Liccardo, dal canto suo, tenterà la carta della mediazione, nella speranza che il tempo giochi a suo favore e che alla fine, anche grazie a qualche gioco trasversale o alle pressioni di esponenti regionali del suo partito, riesca a spuntarla ancora una volta.