Sversamenti nelle cava di Gomorra, scatta l’esposto alla Procura. I fatti nel 2004

Sversamenti nelle cava di Gomorra, scatta l’esposto alla Procura. I fatti nel 2004
Sversamenti illegali nelle cave di Chiaiano. Un esposto-denuncia, sottoscritto dal consigliere comunale di Mugnano Mauro Romualdo e dal consigliere dell’Ottava municipalità di Napoli Ivo Poggiani, è stato inoltrata ieri alla Procura di Napoli e, per conoscenza, al sindaco di Napoli Luigi De Magistris, al Noe e al presidente dell’Ente Parco Metropolitano delle Colline Agostino Di Lorenzo. Ai magistrati di Napoli e ai rappresentanti istituzionali è stato chiesto di verificare quanto segnalato dal professor  Franco Ortolani, il noto geologo che da anni sostiene le battaglie promosse dai comitati civici di Chiaiano, Marano e Mugnano.
Ipotesi paventata da un esperto. Ortolani, attraverso alcuni rilievi fotografici, ha evidenziato la presenza di sversamenti (presumibilmente pericolosi) che sarebbero stati perpetrati tra il 2003 e il 2004 nei pressi della cava Sposito, all’interno della quale furono girate alcune scene di Gomorra. “La fotografia allegata alla denuncia – recita un passaggio dell’esposto presentato dai due consiglieri – dimostra che la cava in questione è stata riempita con materiale non identificato. Non avendo competenze tecniche necessarie all’individuazione del sito, chiediamo ai servizi competenti di verificarne l’ubicazione, le proprietà e la destinazione d’uso e, qualora non fosse stato autorizzato il riempimento di tale cava, di procedere alle analisi del caso”.