Sequestrata autocarrozzeria abusiva: sversava nella fogna acque industriali e inquinate

Sequestrata autocarrozzeria abusiva: sversava nella fogna acque industriali e inquinate

I carabinieri della stazione di qualiano insieme a colleghi del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli hanno effettuato un servizio per contrastare reati ambientali nel territorio della cosiddetta ”terra dei fuochi” denunciando in stato di libertà per abusivismo edilizio e per sversamento illegale nella pubblica fogna di acque industriali nonche’ per emissioni pericolose in atmosfera e sversamento illecito di rifiuti una commerciante 61enne del posto, un carrozziere 64enne e un carrozziere 42enne di Giugliano.
Avevano adibito a carrozzeria una costruzione su un terreno agricolo in via ripuaria di proprietà della donna senza alcuna delle previste autorizzazioni, sversando illegalmente rifiuti pericolosi e non e immettendo emissioni pericolose in atmosfera.
Il locale e il terreno (1.000 mq.) sono stati sequestrati insieme ai macchinari.  Ai 3 sono state contestate anche violazioni amministrative per 12.000 euro conseguenti alla violazione della normativa perché sul posto e’ stata accertata la presenza di due lavorati “a nero”. I rifiuti (scarti di lavorazione di carrozzeria e parti di autovetture) sono stati caratterizzati dall’arpac.