Villaricca- La città sostiene la lotta al neuroblastoma

Villaricca- La città sostiene la lotta al neuroblastoma

E’ un tumore dei bambini”. La frase quasi sussurrata da un bambino alto meno di un metro, ad un suo coetaneo, è la prova che la manifestazione organizzata nella Villa comunale di Villarica, ha fatto centro raggiungendo il suo obiettivo: fornire informazioni sul neuroblastoma infantile. Una folla di gente, si è riversata nello spazio pubblico a sostegno dell’iniziativa promossa dall’avvocato Teresa De Rosa, affiancata dall’intera famiglia, che è molto conosciuta a Villaricca, città in cui risiedono, anche se in questo periodo stanno vivendo a Genova, dove ci sono le giuste cure per Giovanni il piccolo di 3 anni, affetto dalla forma tumorale cosiddetta del quarto stadio, una delle più invasive e per la quale vi è solo il 25% delle guarigioni.

Essere mamma mi ha spinto a non arrendermi.- ha detto mamma Teresa, con la voce incrinata dalla commozione- So anche che non posso vincere questa battaglia da sola, ho bisogno di aiuto, del vostro aiuto, per finanziare la ricerca, unica speranza per tanti bambini e non solo per il mio Giovanni”. Poi, in modo intimo, e da credente, ha confessato di non riuscire a pregare per il suo piccolo, perché sarebbe come chiedere al Signore il sacrificio di altri bambini per salvare il suo.

In Villa comunale c’era davvero la gente, quella di tutti i giorni: associazioni, insegnanti, commercianti, politici, anziani, bambini, che si sono stretti attorno alla famiglia De Rosa, che ha stretto tante mani e ricambiato tanti abbracci a chi voleva dimostrare la propria vicinanza. Vi è stato anche un sostegno concreto acquistando i biglietti della lotteria dal titolo: “Il cuore di Napoli per la ricerca”, che ha lo scopo di raccogliere fondi per finanziare la ricerca. In palio due presepi artistici dei maestri di San Gregorio Armeno, che saranno  estratti il 6 Gennaio 2015. Al primo premio un’opera d’arte presepiale in miniatura realizzata dalla bottega di Mario Accurso, mentre il secondo estratto reca la firma della bottega Gambardella. I premi in palio saranno esposti all’interno della terza edizione della Mostra Presepiale della Proloco di Napoli e della Provincia organizzata dall’UNPLI Napoli, che si terrà dal 20 Dicembre al 6 Gennaio 2015 nella Sala delle Antiche  Carceri di Castel dell’Ovo di Napoli. Presenti a Villaricca anche il presidente della Proloco Napoli,  Massimo Montisano, e i rappresentanti della UNPLI Napoli.

Questa manifestazione è una testimonianza importante, perché testimonia che su questo territorio non vi è solo rabbia e dolore, ma anche volontà di riscatto di portare avanti iniziative per dare una mano a quelli che soffrono”, ha detto tra l’altro il sindaco Francesco Gaudieri, nel suo intervento, plaudendo a Teresa che la sua sofferenza ha dato un grande  esempio a non arrendersi.

I bimbi hanno una saggezza ed una forza nel portare avanti il calvario, che gli adulti se lo scordano. Sono la forza dei genitori, che li assistono quotidianamente. La ricerca alimenta la speranza quotidiana e  Teresa ha fatto un lavoro commovente, è un vulcano inarrestabile.- ha detto Sara Costa, presidente dell’Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma, che ha augurato-   Vorrei che molti bambini, che oggi sono meno fortunati, grazie ai successi della ricerca, domani possano correre insieme a questi bambini che sono qui a Villaricca”-

Diagnosticare la malattia quanto prima possibile ed i farmaci giusti,  per sconfiggerla sono i due obiettivi verso i quali si muove la ricerca, così come hanno avuto modo di sottolineare i due ricercatori presenti all’appuntamento informativo: la biotecnologa dott.ssa Flora Cimmino, ed il dottor Achille Iolascon, professore di Biochimica e biotecnologie Mediche alla Federico II,  entrambi ricercatori del Ceinge.

Siamo di fronte ad un’iniziativa, che nasce da un fatto. Questi episodi possono essere vissuti dentro le mura domestiche oppure essere partecipati. Noi siamo qui per partecipare,  per dare sostegno a chi trova la forza, per fare questo e chiedere sostegno. Il tema della ricerca è un tema sì nazionale, ma anche locale perché quello che può apparire lontano, poi può riguardare ognuno di noi”, ha avuto modo di sottolineare l’ex sindaco Raffaele Topo, nonché consigliere regionale.

Occorre stare vicino ai ricercatori che fanno tanto, che ogni giorno si impegnano per combattere tante malattie. Dobbiamo impegnarci sia  come persone che come istituzioni”, è stato lo sprono dell’onorevole Flora Beneduce, consigliere regionale, ma anche zia del piccolo Giovanni, come ci ha tenuto a precisare.

Ad invitare a donare per la ricerca è stato anche Mino Abbacuccio, il comico di Made in Sud, conosciuto per il tormentone del pupazzo “Saluta Titi’”, che ha fatto ridere adulti e bambini presenti.

Poi è stata festa per Giovanni, che ha potuto soffiare sulla candelina posta sulla bella torta e festeggiare il suo compleanno, slittato per il ricovero all’ospedale “Gaslini” di Genova.  Felicità e gioia è stato un sorriso abbozzato ed musetto sporco di zucchero in un visetto un po’ celato sotto ad un cappellino, che ha commosso tutti i partecipanti, che idealmente hanno abbracciato  e baciato Giovanni e tutti i bimbi e le famiglie che in questo momento stanno lottando, per sconfiggere una malattia.