“Mangia come parli”, piatti e parole a “La Marchesella”

“Mangia come parli”, piatti e parole a “La Marchesella”
Venerdì 10 ottobre alle 19,30 a Giugliano presso il Ristorante “La Marchesella” Cinzia Scaffidi, Vice Presidente Slow Food Italia e Direttrice del Centro Studi Slow Food, presenterà il suo ultimo lavoro letterario: “Mangia come parli”, una ricerca che attraverso 100 lemmi ricostruisce il moderno vocabolario del cibo.
Negli ultimi cinquant’anni il mondo è stato attraversato da profondi mutamenti. Soprattutto nelle società occidentali, si sono affermati nuovi modi di produrre, di pensare, di vivere. Sono cambiati anche i costumi alimentari e, assieme al nostro rapporto con il cibo, è cambiato il linguaggio che al cibo si riferisce. Nuove parole sono apparse, delle vecchie molte hanno assunto nuovi significati. Questo libro, che beneficia della prefazione di Tullio De Mauro, autore del più diffuso vocabolario della Lingua Italiana, ne descrive cento, emblematiche di un’evoluzione su cui è necessario riflettere per soddisfare in maniera attenta e consapevole un bisogno primario.
A discuterne con l’autrice ci saranno l’antropologo Marino Niola, il responsabile del progetto Presìdi Slow Food Campania e Basilicata Vito Trotta e la chef Gena Iodice. La serata sarà completata dalle “parole nel piatto”, una cena in cui conoscere l’ABC del cibo attraverso una proposta di pietanze ispirate alle parole di “Mangia come parli” come la pastacresciuta coi fiori di zucca (Autenticità), la “mesca francesca” con fagioli tondini di Villaricca (Buono) o il migliaccio di Carnevale (Festa). Ma questi sono solo alcuni esempi…
Introdurrà l’incontro il Vice Presidente Slow Food Campania e Basilicata, Alberto Capasso con la partecipazione di Rino Silvestro, Fiduciario Slow Food Napoli e Nicola Migliaccio, Fiduciario Slow Food Agro Aversano-Atellano. Conduce Antonio Puzzi, Project Manager Slow Food Campania.