Anche le mamme di Castellammare insorgono contro il pane di Giugliano

Anche le mamme di Castellammare insorgono contro il pane di Giugliano

Protesta delle mamme di una scuola di Castellamare: i genitori non vogliono che vengano somministrati ai propri figli cibi provenienti da Giugliano. Frutta, verdura e pane, banditi se appartenenti alla “Terra dei Fuoci”. Una vera e propria sommossa per evitare che agli studenti venissero serviti prodotti contaminati. Lo rende noto l’ex consigliere comunale di Giugliano e assessore a Castellamare, attraverso un post su Facebook dove esprime indignazione e rammarico per la propria terra. Al momento, però, non sarebbe chiara la provenienza degli alimenti indicati dalle mamme come pericolosi.

Questa notizia è un vero e proprio segnale di psicosi sempre più dilagante in seguito alle sconcertanti dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone.

Giugliano e la “Terra dei Fuochi” stanno diventando sinonimo di veleno, così quella che una volta era terra agreste e ricca di prodotti, rischia di diventare un territorio in cui l’economia crolla a picco. Pare che i numerosi tir carichi di prodotti che partono da queste zone, vengano rispediti nuovamente al mittente.