Villaricca- L’11 Ottobre giornata informativa sul Neuroblastoma

Villaricca- L’11 Ottobre giornata informativa sul Neuroblastoma

L’11 Ottobre alle ore 16,00 si potrà fare qualcosa di concreto per la ricerca: informarsi sul neuroblastoma infantile. Una giornata di conoscenza su questo terribile tumore maligno nei bambini, sarà solo l’inizio di qualcosa di più concreto a favore della ricerca,  che si terrà nel periodo natalizio: una lotteria, che raccoglierà fondi per la ricerca.

A promuovere la giornata di conoscenza e la lotteria, l’avvocato Teresa De Rosa, ex difensore civico del Comune di Villaricca ed appartenente ad una delle famiglie storiche della cittadina. L’avvocato, con una carriera di Segretario comunale avviata, da qualche mese ha intrapreso la strada del volontariato cercando di fare davvero qualcosa di tangibile. Anche lei come molti di noi, ha  partecipato a tante campagne di raccolta fondi per la ricerca, a volte anche in modo, forse, distratto e con un semplice invio di un sms. Oggi quel gesto  soprappensiero, assume un significato ed una consapevolezza diversa, perché in prima persona vive il dramma di avere uno dei suoi tre figli, colpito da questo forma tumorale.

Non ho mai pensato, che il mio gesto, per qualcun altro, potesse significare la vita.- dice tra l’altro, mamma Teresa-  Purtroppo è così: se non si vivono certe esperienze, non si può capire. I sentimenti, le sensazioni, la sofferenza non si possono spiegare. Questa lotteria,  è un invito a mettere il cuore in un gesto che sembra “piccolo” per chi lo compie, ma è grandissimo per chi lo riceve”.

Dunque, alle ore 16,00 di sabato 11 Ottobre, in Villa Comunale a Villaricca, la distribuzione di materiale informativo dell’associazione nazionale, per la lotta al neuroblastoma, un tumore maligno del sistema nervoso centrale, che ha bisogno di fare ancora tanta strada lungo la via della ricerca per essere debellato e perfettamente curabile in tutti i casi.

L’avvocato De Rosa e la sua famiglia, qualche mese fa, sono stati toccati dalla sconvolgente esperienza di una così terribile diagnosi. Dopo il primo momento di sconforto, si sono rimboccati le maniche attivando un percorso di raccolta fondi con una lotteria dal titolo: “Il cuore di Napoli per la ricerca”, con in palio due presepi artistici dei maestri di San Gregorio Armeno. Al primo premio un’opera d’arte presepiale in miniatura realizzata dalla bottega di Accurso, mentre l’opera del secondo estratto reca la firma della bottega Gambardella. I premi in palio saranno esposti all’interno della terza edizione della Mostra Presepiale della Proloco di Napoli e della Provincia organizzata dall’UNPLI Napoli, che si terrà dal 20 Dicembre al 6 Gennaio 2015 nella Sala delle Antiche  Carceri di Castel dell’Ovo di Napoli. In questa stessa sala il giorno della Befana, alle ore 11,00, avverrà l’estrazione.

Il fine nobile dell’iniziativa promossa dall’avvocato De Rosa, trova pieno sostegno anche della città di Villaricca, con le parole del sindaco Francesco Gaudieri: La ricerca, soprattutto in campo scientifico, è indispensabile per ridare il sorriso ai bambini colpiti da malattie rare. L’Amministrazione comunale di Villaricca, come ha già fatto in altre occasioni, concede il proprio patrocinio morale all’iniziativa dell’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma, che si terrà l’11 ottobre a Villaricca per il lancio della Lotteria benefica di Natale “Il cuore di Napoli per la ricerca”. Con l’auspicio che la campagna di sensibilizzazione trovi un’entusiastica corrispondenza in termini di coinvolgimento emotivo e materiale e con la convinzione che ogni euro versato per la ricerca è un sorriso in più regalato ai bambini e alle loro famiglie, nonché un passo avanti per la ricerca che non deve mai fermarsi”.

Al momento circa i 2/3 della popolazione pediatrica affetta da tumore ha la possibilità oggi di guarire completamente dall’affezione neoplastica. Una migliore definizione diagnostica, l’impiego di protocolli cooperativi, il miglioramento delle terapie di supporto, l’uso delle alte dosi supportate dal trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche, l’impiego di nuovi farmaci antitumorali, hanno sicuramente contribuito negli ultimi decenni al conseguimento di questi positivi risultati. La ricerca ha reso possibile tutto questo. Oggi la percentuale di guarigione è del 60-70% ed è destinata ad aumentare grazie alle ricerche in corso e al lavoro incessante di tanti ricercatori impegnati. A raccogliere fondi, anche la lotteria “Il cuore di Napoli per la Ricerca”.