Qualiano, controllo differenziata: successo per la task force

Qualiano, controllo differenziata: successo per la task force

Novanta quintali di indifferenziato in meno conferito in discarica, 25 rilievi, 6 contravvenzioni, 8 attività commerciali convocate al Comune e la sospensione del servizio di prelievo a 2 condomini in via Campana. E’ il bilancio dell’operazione condotta venerdì sera da una task force composta dal sindaco Ludovico De Luca, da Nicola Sgariglia, amministratore unico della Multiservizi, dal vicesindaco Antonio Castaldo, dai Poliziotti Municipali a  cui, per qualche ora,  si sono uniti anche i Carabinieri al fine di verificare perché, nel giorno del conferimento dell’indifferenziato, Qualiano diventa una pattumiera.

Più che un controllo repressivo, abbiamo condotto una verifica ed abbiamo ancora una volta formato i cittadini a fare la differenziata. – spiega il sindaco Ludovico De Luca, nonché assessore all’Ambiente. – Non vogliamo che la gente abbia paura dei controlli, vogliamo che le persone capiscano quanto sia utile differenziare ed il controllo del venerdì, almeno nella prima fase, serve a questo. Lo abbiamo fatto con 2 condomini in via Campana, nelle cui buste è stato trovato di tutto e tanto materiale riciclabile. I Condomini, sono scesi per strada ed in un incontro aperto, sono stati dati i ragguagli necessari e risposto alle loro domande. – poi conclude- Siamo fiduciosi, in futuro andrà meglio ancora”.

I controlli del venerdì, infatti, continueranno sino a che la città non raggiungerà il massimo del riciclabile. E’ un dato confortante, ad esempio, che nel primo controllo già sia stata conferita circa una tonnellata in meno di indifferenziato in discarica con un duplice obiettivo raggiunto: meno esborso per le casse comunale e più plastica, vetro e carta recuperata dall’indifferenziato con buona pace per l’ambiente.

Occorre, però,  fare di più. Troppo spesso si registrano condotte poco virtuose da parte delle famiglie e degli esercenti che, piuttosto che differenziare, preferiscono buttare tutto nell’indifferenziato e conferire il “bustone” il venerdì. Se accade questo, si rischia una multa di 600€, che  può essere un dato da tenere presente.