Lorenzin, tumori stili di vita. Micillo: “Allora bastava nutrizionista”. Palma: “Non è vero che ci ammaliamo 3 volte tanto”

Lorenzin, tumori stili di vita. Micillo: “Allora bastava nutrizionista”. Palma: “Non è vero che ci ammaliamo 3 volte tanto”

Insomma i campani mangerebbero male e vivrebbero male. Sui social network si è scatenata la satira ma anche commenti molto duri. Ma cosa ne pensano i parlamentari del territorio? “Sono in totale disaccordo con il ministro – spiega Giovanna Palma Pd –  non è verto che ci ammaliamo per i nostri stili di vita”.

 

Riguardo invece alle sue dichiarazioni nelle quali l’esponente giuglianese del Pd dice “Non mi sembra che ci siano studi validati della comunità scientifica internazionale che dimostrino proprio questo essenziali nesso di causalita, la deputata chiarisce: “Non è che non è dimostrato è che tutti vogliono far credere che ci ammaliamo 3 volte tanto. Non è vero. Stiamo provando a spiegare una cosa contraria da questa. E’ la patologia del secolo e 1 su 2 si ammalerà di tumore come dicono le statistiche mondiali. Sul tumore si sta facendo tanto ma non riusciamo a debellarlo. Che poi  noi siamo inquinati nessuno lo nega. Teniamo  però un profilo basso senza populismi e isterismi”.

 

Critico invece Salvio Micillo, del movimentino 5 stelle: “Quindi gli innumerevoli roghi tossici che avvengono ogni giorno ne La Terra dei Fuochi non provocano tumori, quindi gli innumerevoli ritrovamenti di scarti industriali servono meglio a concimare il nostro terreno? Quindi inutile fare un decreto legge su la terra dei fuochi, bastava un nutrizionista nelle scuole elementari che ci insegnasse a mangiare sin dalla tenera età? Allora sono inutili le vostre passerelle su questa terra, sono inutili i vostri atti di Governo, sono inutili le innumerevoli chiacchiere che ogni giorno spendete per riempire titoli di giornali… Non sopporto chi da lontano da sentenze su questa Terra, chi da lontano cerca di minimizzare il tutto, chi da lontano non ha rispetto per le innumerevoli vittime di tumore, tra cui moltissimi bambini, che degli stili di vita del ministro… non hanno avuto neanche il tempo di conoscere…Questa Terra merita rispetto”.