Il Pd scalpita: “Fare presto le primarie per il candidato governatore”

I tempi stringono e la politica scalpita. “Primarie, sì, primarie no, primarie quando”. Questo è il cruccio del Partito Democratico. In campo ci sono già il sindaco di Salerno Vincebzo De Luca e la senatrice lettiana Angelica Saggese. Intato però un gruppo di sindaci del Pd scrive alla segretaria regionale Assunta Tartaglione e al responsabile organizzazione Nello Mastursi: “Chiediamo che si definisca con sollecitudine ed in tempi ravvicinati la data di svolgimento delle primarie, perché quanto prima ogni aspirante candidato Presidente possa sottoporre al giudizio popolare il proprio bagaglio d’esperienza e le proprie idee per guidare una coalizione vincente”. Il documento firmato dai sindaci di Torre Annunziata,  San Giorgio a Cremano,  Agerola,  Poggiomarino, Massa di Somma,  Castellammare di Stabia  Crispano,  Casavatore.Nessuno dell’area nord perché non esistono sindaci del Partito Democratico ma a breve dovrebbero aderire alla richiesta anche assessori o consiglieri comunali.

 

Domenica mattina il sindaco sceriffo di Salerno sarà a Marano. De Luca è di fatti in campagna elettorale già da tempo. Questo week end però è il turno della Fonderia delle idee, convention organizzata dai renziani in prima battuta per lanciare la andatura di Pina Picierno. Ipotesi che ha provocato malumori a Roma facendo di fatti scemare l’intento iniziale. Ad oggi la kermesse si è trasformata in una manifestazione volta a stilare una sorta di ipotesi di programma per colui e colei che sarà il candidato alle regionali.

 

Intanto c’è grande attesa per l’incontro con Bassolino a Villaricca. Incontro che ha scatenato già un vespaio di polemiche proprio su Facebook. Qualcuno ritiene l’ex governatore responsabile del disastro rifiuti in Campania.