Giugliano, passione e sensualità con il Tango a Camposcino

Giugliano, passione e sensualità con il Tango a Camposcino

Passione e sensualità, questi gli ingredienti perfetti per ballare un Tango argentino, ballo antichissimo conosciuto in tutto il mondo, e portato ieri sera anche nella città di Giugliano dalla nuovissima associazione Orchidea che ha organizzato l’evento svolto nella piazza storica di Camposcino. Un evento volto alla comunicazione attraverso il ballo, e ad una relazione con culture e tradizioni differenti da parte dei cittadini. La presidentessa Silvana Russo ci spiega e dice:<< Il compito dell’associazione è quello di creare stimoli positivi continui nei confronti dei cittadini, e lo si può fare solo attraverso la cultura, che apre la mente verso nuovi orizzonti. Musica, ballo, tradizioni rappresentano il folklore di ogni città e paese, ed io mi sento in dovere in quanto cittadina, di portare novità e cambiamenti nel sociale>> . Il ballo può essere inteso come forma d’espressione nei più svariati luoghi dove c’è musica, e lo si fa infatti il più delle volte nelle piazze, luoghi di aggregazione. I balli di tango sono stati presentati dal maestro e ballerino professionista Giuseppe di Gennaro, giuglianese D.O.C. , conosciuto in tutta Europa grazie alle sue partecipazioni ad eventi e gare di ballo. Si sono cimentati nei balli allievi e persone accorse all’evento, con musiche coinvolgenti. Inizialmente il maestro Di Gennaro ha dato lezioni di tango ai partecipanti, dopo si sono esibiti i suoi allievi ballerini, che hanno infatti rappresentato una “Milonga”, che ha ben due significati: rappresenta un tipo di musica ritmica intensa che nasce nei sobborghi di Buenos Aires, sulla quale si basa il tango, ed è il luogo dove ci si ritrovava per ballare. Come ci spiega il maestro:<< La mia passione per il ballo nasce da ragazzo, mi sono avvicinato al tango a Parigi, quando ho iniziato a studiarlo. Il tango si basa su una storia musicale che ha più di cento anni, è un ballo la cui musica provoca sensazioni, non segue una coreografia ben precisa, infatti non si balla in coppia fissa, le emozioni cambiano quando si cambia coppia, si crea un’unione tra i due ballerini, il coinvolgimento inizia dalla mente e prende piano piano il corpo>> .

Un evento davvero particolare e restando in tema “coinvolgente” quello del tango, che ha visto un’attenta partecipazione dei cittadini interessati.