Mugnano, dal mercato ittico al campionato italiano di pugilato. La storia di Nicola Cipolletta

Mugnano, dal mercato ittico al campionato italiano di pugilato. La storia di Nicola Cipolletta

Una storia da pugile, come quelle d’altri tempi. La storia è quella di Nicola Cipolletta, 26 anni, mugnanese doc, sposato e padre di un bambino di tre anni, che tra pochi giorni salirà sul ring di Porto Santo Stefano, nel Grossetano, dove incrocerà i guantoni con il campione italiano dei superpiuma Angelo Ardito.

 

Una vita, quella di Nicola, segnata da sacrifici, sofferenze e lutti. Poi la scintilla, quella accende il fuoco della passione e che talvolta – come nel caso del pugile di Mugnano – cambia e in meglio l’esistenza. Una strada nuova, quella della palestra. Poi l’incontro Biagio Cacciapuoti, direttore generale del mercato ittico di Mugnano (la struttura ittica in cui presta servizio Cipolletta), le vicissitudini lavorative e familiari messe definitivamente alle spalle e la possibilità di potersi allenare con maggiore serenità, stato d’animo indispensabile per poter affrontare impegni agonistici ad altissimo livello. Sulle orme insomma di Gennaro Mauriello e Domenico Di Iorio, vecchie glorie mai dimenticate del ring di Mugnano, entrambi vincitori – tra gli anni Settanta e Ottanta – del titolo italiano.

 

L’occasione per eguagliarli si presenterà tra 8 giorni a Porto Santo Stefano, dove è in programma il match con Angelo Ardito, detentore della cintura dei pesi super piuma. Quello del 26 settembre sarà il terzo tentativo per Nicola Cipolletta e seguirà di qualche mese la sfortunata performance di Cecina, quando il pugile di Mugnano si arrese soltanto nell’ultimo round ma dopo aver dominato in lungo e in largo il suo avversario. Cipolletta, pugile professionista ormai da alcune stagioni, è l’orgoglio del mercato ittico di via Pietro Nenni, la struttura in cui presta servizio da circa un anno e mezzo e dopo anni di lavoretti saltuari, precari e poco remunerativi. E in tanti – a cominciare dai vertici dell’attuale gestione, da sempre accanto a Cipoletta – saranno presenti in Toscana per sostenerlo.