Rapinato Antonio Diana finisce in ospedale

Rapinato Antonio Diana finisce in ospedale

Brutta avventura per il regista attore Antonio Diana, che nella mattinata di lunedì è stato rapinato ed è finito all’ospedale. Il tutto è accaduto a Casoria nei pressi della filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata dove il bravo attore nativo di Villaricca, ma con un vissuto artistico che lo ha portato da circa un anno a cavalcare le scene dei teatri romani, si stava recando per depositare del danaro provento degli incassi degli spettacoli teatrali.

 

Erano circa le 9,30 quando Antonio Diana dopo aver parcheggiato, si stava dirigendo a piedi verso la filiale bancaria quando è stato avvicinato da due tipi a bordo di un TMax, di colore nero. Uno dei due ha estratto repentinamente una pistola e l’ha puntata contro il fianco giovane regista. “Dacci i soldi!” hanno intimato con voce grossa indicando di sganciare il marsupio all’interno del quale vi erano 6000€,  che Diana andava a versare sul conto corrente. Una frazione di secondi dopo i due a bordo del maxi scooter giapponese, erano scomparsi insieme al malloppo. Nonostante la freddezza con cui ha fronteggiato il brutto episodio, non opponendo alcuna resistenza al sopruso dei rapinatori, Antonio si è poi sentito male ed è crollato a terra colpito da un attacco ischemico.

 

Il giovane attore-regista, è stato soccorso dai passanti, qualcuno dei quali, probabilmente da lontano, aveva notato quanto gli era accaduto.  Chiamato il 118  è stato raccolto dalla strada  e trasportato all’ospedale di Fratta dal quale poi è stato disposto il trasferimento al Cardarelli di Napoli.

 

L’attacco ischemico fortunatamente è stato di lieve entità. Antonio, bravo regista e attore, abituato ad esprimersi ed a comunicare con le parole, al momento non è in pericolo di vita anche se è vittima di una afasia  e fa fatica a parlare. La settimana prossima sarebbe dovuto andare in scena a Roma, al teatro “Millelire” con lo spettacolo “Sakketti in rivolta – balle ed eco balle”, un pezzo che affronta l’emergenza rifiuti in Campania dalla parte dei sacchetti, che danno vita ad una vera e propria rivolta. Partner d’eccezione in questo lavoro era Rosaria De Cicco e lo spettacolo è stato rappresentato anche al Diana con grande successo.

 

Dopo questa brutta avventura, l’appuntamento romano salta, ma Antonio fa sapere, che appena starà bene, ci sarà un nuovo incontro per il pubblico romano.