Lavori a Giugliano, le celebrazioni per il Patrono e Maria si adeguano al Più Europa

Lavori a Giugliano, le celebrazioni per il Patrono e Maria si adeguano al Più Europa

Dopo una lunga battaglia tra comitato per i festeggiamenti in onore  di San Giuliano Martire ed i commissari,  Piazza Matteotti viene sgomberata. Uno dei punti nevralgici del centro storico di Giugliano, è stato interdetto e adibito a sito di stoccaggio provvisorio di materiali edili. Un luogo d’aggregazione tolto alla cittadinanza e una piazza tolta al suo patrono: San Giuliano.
Una lunga battaglia che si protrae da metà Agosto. Ora finalmente la piazza che ospiterà, come di consueto, tutti gli appuntamenti non ecclesiastici, potrà essere messa a disposizione dei Giuglianesi. Soddisfatti gli organizzatori, sono ora pronti a stilare il calendario delle iniziative che avverranno proprio a Piazza Matteotti, con la splendida chiesa di Santa Sofia come sfondo. Il percorso della processione, sarà reso noto tra qualche giorno. A causa dei lavori del Più Europa, questo deve essere studiato e saranno apportati cambiamenti nel percorso. Il patrono di Giugliano avrà le sue celebrazione ed il suo popolo potrà festeggiarlo nel migliore dei modi.

Anche i festeggiamenti in onore della Vergine Maria, si adegueranno ai lavori Più Europa. Quest’anno, il tradizionale incendio del campanile non si farà. Don Vincenzo Apicelli ed il Priore Giovanni Antignano, con rammarico e dispiacere annunciano celebrazioni più pacate e senza l’ausilio della piazza che solitamente, accoglie una miriade di fedeli. Si terranno, però, i riti nel santuario dell’Annunziata. Maria verrà festeggiata in ogni caso, come di dovere, anche senza la spettacolarità degli anni scorsi.