Marano, civico consesso: crisi politica, crisi democratica

Marano, civico consesso: crisi politica, crisi democratica

Un consiglio comunale viene eletto, al pari del Sindaco, direttamente dai cittadini ed ai sensi dell’art. 42 del TUEL è l’organo di indirizzo politico amministrativo, per cui riveste un ruolo di primaria importanza. Quanto accaduto ieri depotenzia il civico consesso, espressione libera dei cittadini, del suo ruolo schiaffeggiando e deridendo la città. Defraudare un consigliere di minoranza del diritto al dissenso, significa censurare parte della città. Un presidente del consiglio deve garantire il corretto svolgimento dei lavori garantendo piena liberta a tutti i consigliere di potersi esprimere. Il presidente è di tutti ,non di una sola parte politica e non puo’ arrogarsi il diritto a zittire , o addirittura espellere un consigliere per il solo fatto che esprima concetti politici non graditi al presidente stesso, o quando si esprime la richiesta di un processo più democratico e partecipativo nelle decisioni. E’ in atto una vera e propria crisi democratica frutto di una crisi politica in atto in seno ad una maggioranza confusa ed allo sbaraglio
Quando in un consiglio comunale si discute di argomenti di interesse collettivo che riguardano le condizioni di vita dei cittadini, non garantire il diritto al dibattito è gravissimo. Il consigliere Bertini ha fatto una proposta pienamente condivisibile, affinchè si dessero spiegazioni esaustive e chiare ai cittadini in merito alle imposte comunali. Non c’è cittadino che non sia confuso e preoccupato, stante anche la grave difficoltà economica di questi tempi , poiché ancora non conosce cosa , quanto e quando dovrà pagare e la maggioranza pensa bene ad approvare un regolamento di tale importanza in quattro e quattr otto, senza discussione e dibattito. Se la sono cantata e suonata da sola con una semplice alzata di mano ed il regolamento approvato in meno di un’ora.
E’ arrivato il momento in cui le opposizioni tutte si confrontino per mandare a casa un’amministrazione che di democratico non ha nulla ed indire “ gli stati generali della citta” per riscrivere un nuovo patto sociale per la città , e per la sinistra cittadina.

COORDINAMENTO SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ MARANO